toberemoved
Supporto Clienti myDonor®

mydonor_admin

Nuovo Cliente – Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano

La Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano  è entrata a far parte del grande network delle Organizzazioni non profit che hanno scelto i nostri CRM come Data Base per la gestione delle attività di Fundraising e Comunicazione. Anche in questo caso, come ormai è diventata consuetudine, hanno ritenuto opportuno introdurre per la raccolta fondi on-line la nostra Landing Page UX interconnessa con il Data Base myDonor®. Siamo molto orgogliosi che un Ente così importante e storico ci abbia scelto e abbia ritenuto le nostre competenze adeguate ad affiancarla nella gestione dei propri sostenitori e stakeholders. 

La Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano è lo storico ente preposto alla conservazione e valorizzazione della Cattedrale. Istituito nel 1387 da Gian Galeazzo Visconti, Signore di Milano, per la progettazione e costruzione del monumento, si adopera da oltre 630 anni nella conservazione e nel restauro del Duomo, nell’attività di custodia e di servizio all’attività liturgica e nella valorizzazione del suo patrimonio, provvedendo al reperimento delle risorse necessarie al suo mantenimento.

La Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano è ente ecclesiastico, dotato di personalità giuridica per antico possesso di stato e avente scopo di culto e religione, esclusa ogni finalità di lucro. Ebbe il suo primo regolamento in data 16 ottobre 1387 per volontà di Gian Galeazzo Visconti che, con atto del 24 ottobre 1387, mise a disposizione della medesima le Cave di marmo di Candoglia.

L’attività quotidiana della Veneranda Fabbrica si articola su molteplici settori operativi. Tra questi, oltre al servizio di accoglienza agli oltre 2 milioni di turisti che ogni anno visitano il Complesso Monumentale ed ai fedeli, sono compresi i Cantieri, il Museo del Duomo, l’Archivio-Biblioteca e la Cappella Musicale.

 

L’articolo di Marco Cecchini sulle donazioni on line nell’Italian Giving Report di VITA

ITALIAN GIVING REPORT 2020

Il numero di gennaio 2020 di Vita contiene come ogni anno l'inserto sull'andamento delle donazioni 2019 realizzato con il contributo di myDonor® e di AIFR – Associazione Italiana di Fundraising.

All'interno un articolo di Marco Cecchini sulla raccolta fondi online attraverso le landing page: un sorprendente successo, da gennaio a novembre raccolti ben 4 Ml di euro con 22.000 transazioni sulle oltre 120 installazioni attive.

Di seguito il testo dell'articolo scaricabile anche in formato pdf:

Digital giving

La Landing Page sempre di più si conferma lo strumento vincente

La landing page per raccogliere donazioni si conferma anche nel 2019 uno strumento vincente ma, emerge anche che non è da sola la soluzione per incrementare le donazioni on line. La Landing Page non si sostituisce al sito per narrare i progetti e la missione, è solo un formidabile strumento per facilitare al donatore l’esecuzione di una donazione. La storia che emoziona e coinvolge, i progetti sui quale dare sostegno, la motivazione, il Donatore li deve trovare sulle pagine del sito, che diventa sempre di più il cardine della comunicazione. La Landing Page è solo uno punto di atterraggio, uno strumento che mantenendo elevata l'empatia del donatore agevola ed accorcia il percorso per concretizzare la donazione. La Landing Page è un facilitatore e per farlo deve essere strutturata con solide basi che poggiano sullo studio delle teorie di neuromarketing, delle scienze cognitive e sempre con massima attenzione alla user experience (la facilità di interazione del prodotto con l’utente).

Dalla visione dei dati statistici in nostro possesso, con più di 120 Landing Page UX attive e oltre 320 Clienti che hanno installati i nostri Data Base, tra Italia e Spagna, vediamo come questo principio sia verificato. Dove c’è una strategia di comunicazione attenta, che sfrutta i dati del CRM per segmentare e comunicare in modo selettivo, i risultati sono davvero entusiasmanti. Nel periodo gennaio – novembre di questo anno e, senza ancora il picco del mese di dicembre, abbiamo già processato sulle nostre Landing Page UX oltre 22.000 donazioni, raccogliendo più di 4 ML di euro.

Le donazioni ricorrenti sono in netta crescita, passate da un demoralizzante 2% dello scorso anno a un 9,2% raccogliendo quasi 300 Mgl di euro, un segnale davvero incoraggiante che premia la strategia di puntare, come da sempre suggeriamo, come proposta primaria alla richiesta di un sostegno continuativo nel tempo e non di una singola donazione. Purtroppo, anche qui molte sono le remore ingiustificate da parte di Organizzazioni ancorate a ormai superati preconcetti che considerano negativamente la donazione ricorrente ritenendola una eccessiva forzatura sul donatore. Non considerando che le persone ormai sono a contatto quotidiano con una comunicazione che parla sempre di più di sostegno e non donazione.

La donazione media è passata in tre anni da 40 euro, a 70 e oggi si attesta su 108 euro. Una conferma di quanto sia importante chiedere importi significativi senza avere timore. Si vedono ancora richieste di 10 / 20 euro o peggio ancora una scelta libera, non bisogna aver paura di chiedere, basta soltanto dare la giusta motivazione del perché chiediamo ed una chiara visione al donatore di dove vengono impiegati i soldi raccolti. Dove abbiamo perseguito questa strategia del chiedere non sono diminuite il numero delle donazioni ricevute. Dobbiamo dare però sempre una giusta motivazione che deve essere presentata sul sito che sempre di più è la chiave di volta del digital fundraising. Qui, immagini, storytelling e dati sugli interventi fatti, sono il luogo dove il donatore matura la sua convinzione a donare. I dati ci dicono che in percentuale il risultato non è particolarmente condizionato dalla dimensione dell’Organizzazione ma dalle campagne di comunicazione fatte. Facebook si riconferma non essere un canale significativo di accesso alla landing page con solo il 14%, sovrastato da circa il 70% di accessi diretti o da link.

Anche il fattore di conversione (fatto cento il numero di visitatori atterrati, in quanti donano) è sempre di più in crescita e si attesta sul 16% contro un valore medio mondiale riferito alle landing del 11% e quello di una pagina web del 5%.

Per approfondire questi argomenti visitate il sito digital.mydonor.it

   

ARRIVATO! ORA PUOI AUTONOMAMENTE MODIFICARE LA TUA LANDING PAGE UX

E’  ARRIVATO IL CONFIGURATORE!

ORA PUOI AUTONOMAMENTE MODIFICARE LA TUA LANDING PAGE UX

 
I risultati delle vostre Landing Page UX è stato entusiasmante. Superate le oltre 120 unità consegnate ai clienti, nel periodo gennaio – novembre 2019 sono state ricevute oltre 20.000 donazioni, circa 4 Mln di euro raccolti, tasso di conversione al 16%, ricorrenti  con Carte di Credito al 10%.
 
Lo avevamo promesso che passate le 100 landing installate avremmo reso disponibile un configuratore. Visti i risultati ed i numeri di Landing Page UX consegnate, abbiamo ritenuto giunto il momento in cui  lasciare al Cliente della landing la possibilitò di muoversi con autonomia nella gestione dei contenuti, nella consapevolezza che le linee guida date hanno davvero consentito risultati molto positivi.
 
Il Configuratore Landing Page UX End Point
 
Che cosa consente di fare:
 
1. modificare le configurazioni della Landing Page come: 
  • quale provenienza associare in myDonor®
  • progetto di default sul quale atterrano in myDonor® le donazioni
  • importi dei pulsanti di scelta della donazione
  • quale di questi è il predefinito
  • ​​oggetto ed indirizzi per le email di ringraziamento e di backoffice
2. creare e modificare gli slider gestendo
  • immagine, 
  • claim (frase in sovrapposizione)
  • eventuale sottotitolo
  • Personalizzato in funzione del Progetto e/o Origine (punto di partenza del link)
 
3. gestire i progetti (pulsante Personalizza la tua donazione):
  • caricare nuovi progetti
  • importo da donare
  • descrizione progetto
  • immagine in evidenza
  • sottoprogetti (costruzione del kit all'interno del progetto)
 
4. gestire le "strisce" di contenuto nella landing scegliendo tra:
  • tre layout standard 
  • tre contenuti testuali e tre immagini posizionati in base al layout scelto
 
5. Creare e modificare le email di ringraziamento con editor Beeplugin® differenziate per donazione:
  • singola con carta di credito
  • singola con bonifico bancario
  • ricorrente carta di credit
  • ricorrente SDD bancario
 
6. Modificare il documento privacy
 
7. Modificare testo voci del menù

8. Cruscotto di sintesi delle donazioni processate
9. Manuale d'Uso

Il costo

Prezzo campagna 2019 valido per ordini ricevuti fino al 10 gennaio 2020 con data e fatturazione 31 dicembre 2019 (usare il modulo precompilato scaricabile da qui)

  • Licenza singolo dominio di terzo livello ad euro € 890,00 + iva (terzo livello è il nome della landing es. donaci.fareinsieme.it)

Prezzo per ordini gennaio anno 2020:

  • Licenza singolo dominio di terzo livello € 1.290,00 + iva 

Per qualsiasi informazione scrivere a assistenza@mydonor.eu

 

Scarica qui il modulo d'ordine 2019

 

NUOVO CLIENTE MYDONOR® – IOV Istituto Oncologico Veneto – IRCCS

Lo IOV Istituto Oncologico Veneto – IRCCS  è entrato a far parte del grande network delle Organizzazioni non profit che hanno scelto i nostri CRM come Data Base per la gestione delle attività di Fundraising e Comunicazione. Anche in questo caso, come ormai è diventata consuetudine, hanno ritenuto opportuno integrare myDonor® con la Landing Page UX per la gestione delle donazioni online, ponendo così un particolare focus sulle donazioni di sostegno ricorrenti.

Chi è lo IOV

L’Istituto Oncologico Veneto IOV – IRCCS è il primo e unico Istituto del Veneto destinato in maniera specifica alla ricerca sul cancro e alla prevenzione, diagnosi e cura dei tumori.

Voluto dalla Regione nel 2005, lo IOV si è affermato come centro di ricerca sanitaria e ospedale di alta specializzazione di rilievo nazionale e internazionale. È riconosciuto dal Ministero della Salute come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) e dalla Organization of European Cancer Institutes (OECI) come Comprehensive Cancer Centre; è membro di Alleanza Contro il Cancro (ACC), la più grande organizzazione italiana di ricerca oncologica clinica e traslazionale.

La ricerca scientifica integrata all’assistenza è la caratteristica che differenzia in maniera sostanziale lo IOV dalle aziende sanitarie prive della qualifica di IRCCS. L’Istituto, oltre a essere soggetto al sistema dei controlli della Regione Veneto, è sottoposto, da parte del Ministero della Salute, a verifica biennale per la conferma del riconoscimento del carattere scientifico nella disciplina dell’oncologia e a verifica annuale dei prodotti della ricerca scientifica, alla quale è legata l’erogazione del finanziamento per le attività di Ricerca Corrente.

L’integrazione di ricerca e assistenza garantisce l’erogazione di prestazioni di diagnosi e cura secondo standard di eccellenza, sia in regime di ricovero ordinario, di day hospital e di day surgery sia in regime ambulatoriale.

L’Istituto Oncologico Veneto ha sede a Padova all’Ospedale Busonera. 

Candida il tuo progetto per il Contest GivingTuesday 2019, puoi vincere fino a 5.000 euro


Contest #GivingTuesday 2019
la giornata mondiale del dono

Quest'anno il #GivingTuesday Italia offre la possibilità alle Organizzazioni Non Profit che parteciperanno alla 3° edizione dell'iniziativa di ricevere un sostegno economico per il proprio progetto solidale!

Una motivazione ulteriore per partecipare al #GivingTuesday caricando il proprio progetto solidale sul portale givingtuesday.it

La prima motivazione, la più importante,  è quella di prendere parte a un evento internazionale che sensibilizza e celebra il dono e la generosità e dare visibilità alla propria Organizzazione e al valore della propria mission avendo l'opportunità di raccogliere donazioni grazie alla leva emotiva della giornata mondiale del dono.

La seconda è partecipare al Contest #GivingTuesday 2019 e avere la possibilità di vincere complessivamente 7.500 euro!

Nella pagina dedicata a ogni progetto – dove si trova lo storytelling e i dati dell'Organizzazione – è quest0anno presente un pulsante che consente di dare un voto. Il sostenitore che desidera farlo, una volta registratosi, ha diritto a 4 voti da destinare a sua scelta tra uno o più progetti presenti sul portale.

Dal 1° ottobre 2019 è possibile caricare i progetti solidali e iniziare a coinvolgere amici, parenti, donatori per raccogliere il maggior numero di voti!

Il 6 gennaio 2020 ci sarà lo stop alle votazioni e il 20 gennaio saranno premiati i due vincitori:

5.000 euro al 1° classificato

2.500 euro al 2° classificato

Per prendere visione del Regolamento Completo del Contest, clicca qui.

Nonprofit Day – Milano 22 ottobre 2019 – Il Sole 24 Ore

Vogliamo pensare a un futuro non lontano in cui Milano sia il centro di riferimento culturale in Europa per Non Profit e confidiamo che sempre di più ci siano qui iniziative che diano un significativo contributo, formativo e di aggregazione ai Fundraiser.

Ci piacerebbe che diventasse la sede di un Congresso Europeo del Fundraising (CEF), l'Italia ha le risorse culturali e Milano quelle organizzative per gestirlo.

myDonor® c'è, pronta a sostenerlo concretamente!

Con questa convinzione, pur già partecipando come Main Partner all'Evento Reinventering che si tiene il 10 e 11 ottobre non abbiamo voluto mancare di dare il nostro contributo anche a questa interessantissima giornata organizzata da Valerio Melandri, la cui vision lungimirante ci ha permesso di avere un evento così importante quale è il Festival del Fundraising. Visto il taglio innovativo e il target proposto, abbiamo ritenuto che il prodotto myDonor Green® possa al meglio rappresentarci. Saremo presenti con una postazione a disposizione di tutti i visitatori per illustrarne caratteristiche e funzionalità.

"Green da alle piccole Organizzazioni l'opportunità, con un investimento molto contenuto, di lavorare con un database strutturato consentendo quindi di sfruttare la centralità del dato per tutte le attività di comunicazione e di gestione delle relazioni con i propri Sostenitori."

Attacco hacker alla landing page dei 5 stelle e immotivati post di allarme.

Attacco hacker alla landing page dei 5 stelle e immotivati post di allarme.

Ieri pomeriggio in concomitanza con la votazione sulla piattaforma Russeau, sconosciuti hanno provato ad hackerare la landing page ux del Movimento 5 Stelle.

Al momento non ci risulta che siano stati fatti danni, essendo riusciti ad avere accesso solo ad alcuni inutili file contenenti programmi.

I dati dei donatori nel data base del webConnector non sono stati raggiunti e le protezioni hanno ben arginato gli attacchi.

Sono stati tuttavia pubblicati post in cui si parla di data base sql accessibili e password disponibili, in realtà quello che è stato trovato è materiale del tutto inutile per chicchessia, anche se non è "spazzatura dimenticata da sprovveduti" come qualcuno ha ipotizzato.

Si è parlato anche di account di Paypal, di Stripe e di email disponibili. In realtà altro non sono che l'utente (non la password) per accreditare le donazioni ricevute e non consentono alcun accesso ai conti nelle rispettive piattaforme e l'email sono quelle interne di servizio alle quali mandare messaggi di errore. 

Le misure di sicurezza alle quali sono affidate le informazioni sono ben altre, tanto ne è la prova che nulla di significativo è accaduto,  in caso contrario visto l'accanimento in quelle ore di molti tecnici esperti, ben più rilevanti sarebbero state le informazioni carpite; fermo restando che non dobbiamo dimenticarci che hackerare dati e condividerli non è un esercizio sportivo dove il migliore riceve un premio, come sembra ormai essere, ma un grave atto criminoso perseguibile penalmente.

Sono anche apparsi post sui blog che citavano hackeraggi del CRM myDonor® e di data breach (diffusione di dati personali), nulla di più falso. Nessun Data Base myDonor® di Clienti è stato attaccato.

Comunque quanto accaduto ci sprona ad essere sempre più vigili nel cercare di prevenire ed arginare questi eventi, ricordando quanto ho sentito citare, in recenti convegni sulla privacy, dal Colonello Menegazzo, comandante il nucleo ispettivo della GDF per conto del Garante: "la domanda che vi dovete porre non è se hackereranno il vostro sistema, ma quando".

Marco Cecchini

 

Reinventing – Milano 10 e 11 ottobre 2019

 

Investiamo sulle iniziative che portano crescita professionale al non profit, per questo myDonor® è Main Partner dell'evento Reinventing
che si terrà nei giorni 10 ed 11 ottobre a Milano.

Crediamo sempre di più che un impegno importante, per le Aziende che operano nel non profit, sia quello di dare un supporto concreto per consolidare il livello professionale di tutte le persone che ogni giorno portano, con il loro lavoro, un contributo significativo a questo settore. E, in modo particolare, a chi svolge la funzione di "Fundraiser", motore principale per sostenere la missione dell'Organizzazione. Un ruolo quello del Fundraiser che richiede un costante aggiornamento e momenti di confronto significativi con la comunità e che può, proprio da eventi come questo, trarre grandi benefici. Con questo obbiettivo investiamo su tante iniziative formative come ad esempio il Master in Fundraising o il Festival.

Oggi siamo al fianco di Francesco Quistelli, CEO di Atlantis Company, società di consulenza per il non profit, che per il secondo anno consecutivo, dimostrando capacità innovativa e spirito imprenditoriale, organizza a Milano l'evento Reinventering. E' una manifestazione dal contenuto culturale concreto di alto profilo che si svolge il 10 e 11 ottobre e che, a nostro avviso, ha tutte le caratteristiche per diventare un riferimento per il Non Profit in una città così dinamica ed europea quale è oggi Milano.

Siamo presenti con uno spazio attrezzato dove incontrarci con tranquillità per un caffè, parlare di soluzioni innovative e condividere reciproche esperienze e la sera per la cena abbiamo un tavolo riservato dove accogliere gli amici che vorranno condividere questo momento conviviale.

Venerdì 11, dalle 10 alle 11:30, ci trovate anche tra le sessioni, con un workshop dal titolo

"Come strutturare una raccolta fondi on line efficace con la Landing page ed il contributo del CRM"

Vi aspettiamo numerosi!

Attenzione il 14 settembre 2019 Diventa operativa la STRONG CUSTOMER AUTHENTICATION (SCA) sulle carte di credito

il 14 settembre 2019 entra in vigore in tutta Europa questo nuovo sistema di sicurezza potenziato sulle transazioni on-line. Sicuramente nei primi mesi di applicazione questo avrà un impatto negativo sull'esito delle donazioni la cui conclusione è penalizzata da questo doppio forte controllo, poi piano piano come sempre accade, con la pratica e l'abitudine ritorneremo sui livelli attuali. Le informazioni disponibili sono ancora frammentarie e quindi sarà nostra cura tenervi informati, soprattutto sulla varie eccezzioni che nella fase di avvicinamento si evidenzieranno.

 

I pagamenti in Europa stanno cambiando

In base alla normativa PSD2, la Strong Customer Authentication (o SCA) sarà obbligatoria per molti pagamenti online. 

La SCA richiederà un ulteriore livello di autenticazione per i pagamenti online. Laddove erano precedentemente sufficienti un numero di carta di credito e un codice CVV, ai clienti sarà ora richiesto di includere almeno due dei seguenti tre fattori per fare qualcosa di semplice come ordinare un taxi o pagare per un servizio di streaming musicale o fare una donazione:

  • qualcosa che solo essi sanno (una password o un PIN);
  • qualcosa che possiedono (un gettone o uno smartphone);
  • oppure qualcosa che presentano fisicamente (un’impronta digitale o le caratteristiche biometriche del viso).

La Strong Customer Authentication (o SCA) cambierà il tuo flusso di pagamento

  1. Avvio di un pagamento

    Il cliente compila i dati della carta e il modulo per il completamento della transazione per avviare il pagamento.

  2. Attivazione dell'autenticazione dinamica (NUOVA)

    La piattaforma di pagamento  rileva se è necessaria l'autenticazione. In caso affermativo, utilizza il 3D Secure 2 per autenticare il cliente utilizzando un codice segreto monouso o un identificativo biometrico, a seconda del metodo supportato dalla banca del cliente.

  3. Completamento del pagamento

    Una volta confermata l'identità del cliente tramite 3D Secure, è possibile effettuare l'addebito sulla carta.

 
 

Come myDonor® è impegnato nel adeguare i propri sistemi di raccolta donazioni on-line

Donazioni on-line singole (one-off) con carta di credito

Stripe ci ha reso disponibili in questi giorni le nuove funzionalità e quindi stiamo già progettando nuovi componenti da inserire nelle Landing, Crowdfunding ed altre applicazioni esistenti di incasso.  Essendo già attive potremmo procedere ad una graduale migrazione già prima della data di switch.

Gestpay (Banca Sella) sta lavorando per adattare i propri sistemi a queste nuove regole ma saranno disponibili in produzione solo a pratire dal 14 settembre e pertanto lo switch avverra per tutti in tale data.

Gli attuali metodi di gestione delle transazioni sono deprecati a partire dalla data del 14 settembre e quindi stiamo lavorando cerchiamo di garantire a tutti gli oltre 100 Clienti interessati la piena funzionalità a da questa data.

Donazioni on-line ricorrenti con carta di credito

Qui la situazione è più complessa e potrebbero esserci dei ritardi nella capacità di gestire gli incassi ma cercheremo comunque di essere il più tempestivi possibile. 

Il sistema richiede per poter attivare un ricorrente un'appositla autorizzazione da parte del Donatore, autorizazione che può essere a seconda dei casi data alla propria baca.

I costi

Pur non essendo in manutenzione, i nostri prodotti di raccolta donazioni on-line saranno resi gratuitamente allineati allo SCA. Sarà addebitato al Cliente le sole poche ore per intervenire ad installare li nuovi componenti necessari. La modifica non avrà comunque impatto sulla grafica e sul processo attuali. Per chi utilizza le funzioni di validazione delle carte dal backoffice (webapp dialogatori, webapp telemarketing, gestionone manuale, …) la procedura dovrà essere radicalmente modificata con l'inserimento di un opportuno form web realizzato ad hoc e, provvederemo a quantificare l'intervento su ogni singolo caso.

myDonor® lancia un contest al Festival del Fundraising a favore del Giving Tuesday 2019

Continuando nella sua vocazione di partner sociale delle Organizzazioni non profit, in occasione della plenaria del Festival del Fundraising, myDonor® lancia un Contest rivolto alle Organizzazioni non profit che parteciperanno alla 3° edizione del #GivingTuesday, con l’obiettivo di sostenere progetti meritevoli e contribuire, anche in Italia, alla diffusione del movimento per la Giornata Mondiale del Dono. La cultura del dono deve entrare nel DNA delle persone e non essere solo una reazione emotiva ad eventi eccezzionali o ad immagini che sconvolgono il nostro animo. Deve diventare un sentimento proattivo che ci porti a cercare costantemente Organizzazioni, progetti, iniziative  da sostenere ricordandoci che si può donare tante cose e non solo denaro, ad esempio tempo, cibo, abiti dismessi, un sorriso ed un abbraccio, qualunque cosa possa portare aiuto e sollievo al prossimo. Il contest come dichiarato da Marco Cecchini deve essere il punto di partenza per raccogliere altri sponsor con l'obbiettivo di raggiungere un monte premi molto importante. Il contest è rivolto alle Organizzazioni non profit che parteciperanno alla 3° edizione del #GivingTuesday con l’obiettivo di sostenere un progetto solidale in ambito sociale o culturale.  Per partecipare basta candidare un progetto sul portale givingtuesday.it dal 16 settembre al 2 dicembre 2019, raccontare come questo fa davvero la differenza e cercare sostenitori tra amici, familiari e conoscenti per raccogliere il maggior numero di voti.

 I due progetti più votati riceveranno il premio myDonor®.

A CHI È RIVOLTO
Possono presentare un progetto tutte le Organizzazioni non profit che si registreranno al portale givingtuesday.it entro i tempi stabiliti.

SCADENZA PRESENTAZIONE PROGETTO
Le organizzazioni dovranno pubblicare i propri progetti sul portale givingtuesday.it entro e non oltre le ore 23:59 del 2 dicembre 2019, ovvero il giorno prima del #GivingTuesday.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Ciascun progetto dovrà essere presentato attraverso la compilazione dell’apposito form "Progetti" sul sito givingtuesday.itI primi 2 progetti più votati (avendo superato la soglia minima di 100 voti) riceveranno il premio del Contest. La votazione avverrà attraverso un pulsante "VOTA" all’interno della pagina dedicata al progetto solidale. PREMI  – Il progetto che otterrà più voti  riceverà il primo premio pari a € 5.000,00  – Il secondo riceverà un premio pari a € 2.500,00
 

DURATA VOTAZIONE
Progetti candidati potranno essere votati tra il 16 settembre 2019 e il 6 gennaio 2020. Durante la fase di votazione le Organizzazioni sono invitate a condividere il proprio progetto sui social media o parlarne con amici e familiari per ottenere più voti possibili. La votazione è aperta a tutte e le persone attraverso il portale givingtuesday.it. Ogni persona avrà a disposizione 2 voti da assegnare a uno o più progetti durante la fase di votazione.


TIMING:
– 16 settembre – 2 dicembre 2019 presentazione dei progetti e caricamento sul portale givingtuesday.it
–   6 gennaio 2020 fine delle votazioni
– 20 gennaio 2020 proclamazione vincitori e consegna premi
Il "Contest myDonor® per il #GivingTuesday" non è da considerarsi manifestazione a premio in base all’art. 6, comma 1 lettera e) del D.P.R. 26 ottobre 2001 n. 430.