toberemoved
Supporto Clienti myDonor®

Novità

Le novità da myDonor®

NUOVO CLIENTE MYDONOR® – IOV Istituto Oncologico Veneto – IRCCS

Lo IOV Istituto Oncologico Veneto – IRCCS  è entrato a far parte del grande network delle Organizzazioni non profit che hanno scelto i nostri CRM come Data Base per la gestione delle attività di Fundraising e Comunicazione. Anche in questo caso, come ormai è diventata consuetudine, hanno ritenuto opportuno integrare myDonor® con la Landing Page UX per la gestione delle donazioni online, ponendo così un particolare focus sulle donazioni di sostegno ricorrenti.

Chi è lo IOV

L’Istituto Oncologico Veneto IOV – IRCCS è il primo e unico Istituto del Veneto destinato in maniera specifica alla ricerca sul cancro e alla prevenzione, diagnosi e cura dei tumori.

Voluto dalla Regione nel 2005, lo IOV si è affermato come centro di ricerca sanitaria e ospedale di alta specializzazione di rilievo nazionale e internazionale. È riconosciuto dal Ministero della Salute come Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) e dalla Organization of European Cancer Institutes (OECI) come Comprehensive Cancer Centre; è membro di Alleanza Contro il Cancro (ACC), la più grande organizzazione italiana di ricerca oncologica clinica e traslazionale.

La ricerca scientifica integrata all’assistenza è la caratteristica che differenzia in maniera sostanziale lo IOV dalle aziende sanitarie prive della qualifica di IRCCS. L’Istituto, oltre a essere soggetto al sistema dei controlli della Regione Veneto, è sottoposto, da parte del Ministero della Salute, a verifica biennale per la conferma del riconoscimento del carattere scientifico nella disciplina dell’oncologia e a verifica annuale dei prodotti della ricerca scientifica, alla quale è legata l’erogazione del finanziamento per le attività di Ricerca Corrente.

L’integrazione di ricerca e assistenza garantisce l’erogazione di prestazioni di diagnosi e cura secondo standard di eccellenza, sia in regime di ricovero ordinario, di day hospital e di day surgery sia in regime ambulatoriale.

L’Istituto Oncologico Veneto ha sede a Padova all’Ospedale Busonera. 

Candida il tuo progetto per il Contest GivingTuesday 2019, puoi vincere fino a 5.000 euro


Contest #GivingTuesday 2019
la giornata mondiale del dono

Quest'anno il #GivingTuesday Italia offre la possibilità alle Organizzazioni Non Profit che parteciperanno alla 3° edizione dell'iniziativa di ricevere un sostegno economico per il proprio progetto solidale!

Una motivazione ulteriore per partecipare al #GivingTuesday caricando il proprio progetto solidale sul portale givingtuesday.it

La prima motivazione, la più importante,  è quella di prendere parte a un evento internazionale che sensibilizza e celebra il dono e la generosità e dare visibilità alla propria Organizzazione e al valore della propria mission avendo l'opportunità di raccogliere donazioni grazie alla leva emotiva della giornata mondiale del dono.

La seconda è partecipare al Contest #GivingTuesday 2019 e avere la possibilità di vincere complessivamente 7.500 euro!

Nella pagina dedicata a ogni progetto – dove si trova lo storytelling e i dati dell'Organizzazione – è quest0anno presente un pulsante che consente di dare un voto. Il sostenitore che desidera farlo, una volta registratosi, ha diritto a 4 voti da destinare a sua scelta tra uno o più progetti presenti sul portale.

Dal 1° ottobre 2019 è possibile caricare i progetti solidali e iniziare a coinvolgere amici, parenti, donatori per raccogliere il maggior numero di voti!

Il 6 gennaio 2020 ci sarà lo stop alle votazioni e il 20 gennaio saranno premiati i due vincitori:

5.000 euro al 1° classificato

2.500 euro al 2° classificato

Per prendere visione del Regolamento Completo del Contest, clicca qui.

Nonprofit Day – Milano 22 ottobre 2019 – Il Sole 24 Ore

Vogliamo pensare a un futuro non lontano in cui Milano sia il centro di riferimento culturale in Europa per Non Profit e confidiamo che sempre di più ci siano qui iniziative che diano un significativo contributo, formativo e di aggregazione ai Fundraiser.

Ci piacerebbe che diventasse la sede di un Congresso Europeo del Fundraising (CEF), l'Italia ha le risorse culturali e Milano quelle organizzative per gestirlo.

myDonor® c'è, pronta a sostenerlo concretamente!

Con questa convinzione, pur già partecipando come Main Partner all'Evento Reinventering che si tiene il 10 e 11 ottobre non abbiamo voluto mancare di dare il nostro contributo anche a questa interessantissima giornata organizzata da Valerio Melandri, la cui vision lungimirante ci ha permesso di avere un evento così importante quale è il Festival del Fundraising. Visto il taglio innovativo e il target proposto, abbiamo ritenuto che il prodotto myDonor Green® possa al meglio rappresentarci. Saremo presenti con una postazione a disposizione di tutti i visitatori per illustrarne caratteristiche e funzionalità.

"Green da alle piccole Organizzazioni l'opportunità, con un investimento molto contenuto, di lavorare con un database strutturato consentendo quindi di sfruttare la centralità del dato per tutte le attività di comunicazione e di gestione delle relazioni con i propri Sostenitori."

Attacco hacker alla landing page dei 5 stelle e immotivati post di allarme.

Attacco hacker alla landing page dei 5 stelle e immotivati post di allarme.

Ieri pomeriggio in concomitanza con la votazione sulla piattaforma Russeau, sconosciuti hanno provato ad hackerare la landing page ux del Movimento 5 Stelle.

Al momento non ci risulta che siano stati fatti danni, essendo riusciti ad avere accesso solo ad alcuni inutili file contenenti programmi.

I dati dei donatori nel data base del webConnector non sono stati raggiunti e le protezioni hanno ben arginato gli attacchi.

Sono stati tuttavia pubblicati post in cui si parla di data base sql accessibili e password disponibili, in realtà quello che è stato trovato è materiale del tutto inutile per chicchessia, anche se non è "spazzatura dimenticata da sprovveduti" come qualcuno ha ipotizzato.

Si è parlato anche di account di Paypal, di Stripe e di email disponibili. In realtà altro non sono che l'utente (non la password) per accreditare le donazioni ricevute e non consentono alcun accesso ai conti nelle rispettive piattaforme e l'email sono quelle interne di servizio alle quali mandare messaggi di errore. 

Le misure di sicurezza alle quali sono affidate le informazioni sono ben altre, tanto ne è la prova che nulla di significativo è accaduto,  in caso contrario visto l'accanimento in quelle ore di molti tecnici esperti, ben più rilevanti sarebbero state le informazioni carpite; fermo restando che non dobbiamo dimenticarci che hackerare dati e condividerli non è un esercizio sportivo dove il migliore riceve un premio, come sembra ormai essere, ma un grave atto criminoso perseguibile penalmente.

Sono anche apparsi post sui blog che citavano hackeraggi del CRM myDonor® e di data breach (diffusione di dati personali), nulla di più falso. Nessun Data Base myDonor® di Clienti è stato attaccato.

Comunque quanto accaduto ci sprona ad essere sempre più vigili nel cercare di prevenire ed arginare questi eventi, ricordando quanto ho sentito citare, in recenti convegni sulla privacy, dal Colonello Menegazzo, comandante il nucleo ispettivo della GDF per conto del Garante: "la domanda che vi dovete porre non è se hackereranno il vostro sistema, ma quando".

Marco Cecchini

 

Reinventing – Milano 10 e 11 ottobre 2019

 

Investiamo sulle iniziative che portano crescita professionale al non profit, per questo myDonor® è Main Partner dell'evento Reinventing
che si terrà nei giorni 10 ed 11 ottobre a Milano.

Crediamo sempre di più che un impegno importante, per le Aziende che operano nel non profit, sia quello di dare un supporto concreto per consolidare il livello professionale di tutte le persone che ogni giorno portano, con il loro lavoro, un contributo significativo a questo settore. E, in modo particolare, a chi svolge la funzione di "Fundraiser", motore principale per sostenere la missione dell'Organizzazione. Un ruolo quello del Fundraiser che richiede un costante aggiornamento e momenti di confronto significativi con la comunità e che può, proprio da eventi come questo, trarre grandi benefici. Con questo obbiettivo investiamo su tante iniziative formative come ad esempio il Master in Fundraising o il Festival.

Oggi siamo al fianco di Francesco Quistelli, CEO di Atlantis Company, società di consulenza per il non profit, che per il secondo anno consecutivo, dimostrando capacità innovativa e spirito imprenditoriale, organizza a Milano l'evento Reinventering. E' una manifestazione dal contenuto culturale concreto di alto profilo che si svolge il 10 e 11 ottobre e che, a nostro avviso, ha tutte le caratteristiche per diventare un riferimento per il Non Profit in una città così dinamica ed europea quale è oggi Milano.

Siamo presenti con uno spazio attrezzato dove incontrarci con tranquillità per un caffè, parlare di soluzioni innovative e condividere reciproche esperienze e la sera per la cena abbiamo un tavolo riservato dove accogliere gli amici che vorranno condividere questo momento conviviale.

Venerdì 11, dalle 10 alle 11:30, ci trovate anche tra le sessioni, con un workshop dal titolo

"Come strutturare una raccolta fondi on line efficace con la Landing page ed il contributo del CRM"

Vi aspettiamo numerosi!

Attenzione il 14 settembre 2019 Diventa operativa la STRONG CUSTOMER AUTHENTICATION (SCA) sulle carte di credito

il 14 settembre 2019 entra in vigore in tutta Europa questo nuovo sistema di sicurezza potenziato sulle transazioni on-line. Sicuramente nei primi mesi di applicazione questo avrà un impatto negativo sull'esito delle donazioni la cui conclusione è penalizzata da questo doppio forte controllo, poi piano piano come sempre accade, con la pratica e l'abitudine ritorneremo sui livelli attuali. Le informazioni disponibili sono ancora frammentarie e quindi sarà nostra cura tenervi informati, soprattutto sulla varie eccezzioni che nella fase di avvicinamento si evidenzieranno.

 

I pagamenti in Europa stanno cambiando

In base alla normativa PSD2, la Strong Customer Authentication (o SCA) sarà obbligatoria per molti pagamenti online. 

La SCA richiederà un ulteriore livello di autenticazione per i pagamenti online. Laddove erano precedentemente sufficienti un numero di carta di credito e un codice CVV, ai clienti sarà ora richiesto di includere almeno due dei seguenti tre fattori per fare qualcosa di semplice come ordinare un taxi o pagare per un servizio di streaming musicale o fare una donazione:

  • qualcosa che solo essi sanno (una password o un PIN);
  • qualcosa che possiedono (un gettone o uno smartphone);
  • oppure qualcosa che presentano fisicamente (un’impronta digitale o le caratteristiche biometriche del viso).

La Strong Customer Authentication (o SCA) cambierà il tuo flusso di pagamento

  1. Avvio di un pagamento

    Il cliente compila i dati della carta e il modulo per il completamento della transazione per avviare il pagamento.

  2. Attivazione dell'autenticazione dinamica (NUOVA)

    La piattaforma di pagamento  rileva se è necessaria l'autenticazione. In caso affermativo, utilizza il 3D Secure 2 per autenticare il cliente utilizzando un codice segreto monouso o un identificativo biometrico, a seconda del metodo supportato dalla banca del cliente.

  3. Completamento del pagamento

    Una volta confermata l'identità del cliente tramite 3D Secure, è possibile effettuare l'addebito sulla carta.

 
 

Come myDonor® è impegnato nel adeguare i propri sistemi di raccolta donazioni on-line

Donazioni on-line singole (one-off) con carta di credito

Stripe ci ha reso disponibili in questi giorni le nuove funzionalità e quindi stiamo già progettando nuovi componenti da inserire nelle Landing, Crowdfunding ed altre applicazioni esistenti di incasso.  Essendo già attive potremmo procedere ad una graduale migrazione già prima della data di switch.

Gestpay (Banca Sella) sta lavorando per adattare i propri sistemi a queste nuove regole ma saranno disponibili in produzione solo a pratire dal 14 settembre e pertanto lo switch avverra per tutti in tale data.

Gli attuali metodi di gestione delle transazioni sono deprecati a partire dalla data del 14 settembre e quindi stiamo lavorando cerchiamo di garantire a tutti gli oltre 100 Clienti interessati la piena funzionalità a da questa data.

Donazioni on-line ricorrenti con carta di credito

Qui la situazione è più complessa e potrebbero esserci dei ritardi nella capacità di gestire gli incassi ma cercheremo comunque di essere il più tempestivi possibile. 

Il sistema richiede per poter attivare un ricorrente un'appositla autorizzazione da parte del Donatore, autorizazione che può essere a seconda dei casi data alla propria baca.

I costi

Pur non essendo in manutenzione, i nostri prodotti di raccolta donazioni on-line saranno resi gratuitamente allineati allo SCA. Sarà addebitato al Cliente le sole poche ore per intervenire ad installare li nuovi componenti necessari. La modifica non avrà comunque impatto sulla grafica e sul processo attuali. Per chi utilizza le funzioni di validazione delle carte dal backoffice (webapp dialogatori, webapp telemarketing, gestionone manuale, …) la procedura dovrà essere radicalmente modificata con l'inserimento di un opportuno form web realizzato ad hoc e, provvederemo a quantificare l'intervento su ogni singolo caso.

myDonor® lancia un contest al Festival del Fundraising a favore del Giving Tuesday 2019

Continuando nella sua vocazione di partner sociale delle Organizzazioni non profit, in occasione della plenaria del Festival del Fundraising, myDonor® lancia un Contest rivolto alle Organizzazioni non profit che parteciperanno alla 3° edizione del #GivingTuesday, con l’obiettivo di sostenere progetti meritevoli e contribuire, anche in Italia, alla diffusione del movimento per la Giornata Mondiale del Dono. La cultura del dono deve entrare nel DNA delle persone e non essere solo una reazione emotiva ad eventi eccezzionali o ad immagini che sconvolgono il nostro animo. Deve diventare un sentimento proattivo che ci porti a cercare costantemente Organizzazioni, progetti, iniziative  da sostenere ricordandoci che si può donare tante cose e non solo denaro, ad esempio tempo, cibo, abiti dismessi, un sorriso ed un abbraccio, qualunque cosa possa portare aiuto e sollievo al prossimo. Il contest come dichiarato da Marco Cecchini deve essere il punto di partenza per raccogliere altri sponsor con l'obbiettivo di raggiungere un monte premi molto importante. Il contest è rivolto alle Organizzazioni non profit che parteciperanno alla 3° edizione del #GivingTuesday con l’obiettivo di sostenere un progetto solidale in ambito sociale o culturale.  Per partecipare basta candidare un progetto sul portale givingtuesday.it dal 16 settembre al 2 dicembre 2019, raccontare come questo fa davvero la differenza e cercare sostenitori tra amici, familiari e conoscenti per raccogliere il maggior numero di voti.

 I due progetti più votati riceveranno il premio myDonor®.

A CHI È RIVOLTO
Possono presentare un progetto tutte le Organizzazioni non profit che si registreranno al portale givingtuesday.it entro i tempi stabiliti.

SCADENZA PRESENTAZIONE PROGETTO
Le organizzazioni dovranno pubblicare i propri progetti sul portale givingtuesday.it entro e non oltre le ore 23:59 del 2 dicembre 2019, ovvero il giorno prima del #GivingTuesday.

MODALITÀ DI PARTECIPAZIONE
Ciascun progetto dovrà essere presentato attraverso la compilazione dell’apposito form "Progetti" sul sito givingtuesday.itI primi 2 progetti più votati (avendo superato la soglia minima di 100 voti) riceveranno il premio del Contest. La votazione avverrà attraverso un pulsante "VOTA" all’interno della pagina dedicata al progetto solidale. PREMI  – Il progetto che otterrà più voti  riceverà il primo premio pari a € 5.000,00  – Il secondo riceverà un premio pari a € 2.500,00
 

DURATA VOTAZIONE
Progetti candidati potranno essere votati tra il 16 settembre 2019 e il 6 gennaio 2020. Durante la fase di votazione le Organizzazioni sono invitate a condividere il proprio progetto sui social media o parlarne con amici e familiari per ottenere più voti possibili. La votazione è aperta a tutte e le persone attraverso il portale givingtuesday.it. Ogni persona avrà a disposizione 2 voti da assegnare a uno o più progetti durante la fase di votazione.


TIMING:
– 16 settembre – 2 dicembre 2019 presentazione dei progetti e caricamento sul portale givingtuesday.it
–   6 gennaio 2020 fine delle votazioni
– 20 gennaio 2020 proclamazione vincitori e consegna premi
Il "Contest myDonor® per il #GivingTuesday" non è da considerarsi manifestazione a premio in base all’art. 6, comma 1 lettera e) del D.P.R. 26 ottobre 2001 n. 430.

Festival del Fundraising 2019 – Anche quest’anno myDonor® è presente come Main Partner

La scelta di essere main Partner

Per noi di myDonor®  è un vero piacere oltre che una precisa scelta di social impact contribuire ancora una volta come main partner all'organizzazione di questo importante evento nazionale. Il Festival è un'occasione imperdibile d'incontro tra chi opera nel non profit, un momento formativo di eccellenza e di condivisione di esperienze. Sapere di essere un sostanziale aiuto che può garantire ogni anno l'organizzazione di questo evento è davvero importante per noi. I veri motori del successo di questo evento sono comunque i partecipanti, anche quest'anno numerosissimi (abbiamo preparato ben 900 cordini per i badge), tanto da essere ormai sold out. E che dire  delle ragazze e i ragazzi dello staff che impegnano il loro tempo e le loro energie perché tutto funzioni alla perfezione? Un grazie come sempre al Prof. Melandri è d'obbligo anche se ormai scontato, se non fosse per lui non avremmo un'evento come il Festival.

La nostra presenza

Una presenza massiccia la nostra, con due stands.

Uno dedicato al prodotto myDonor Green®, una soluzione CRM semplice nell'utilizzo ma che porta con se tutta l'esperienza di myDonor®, maturata in ben 23 anni al servizio delle Organizzazioni non profit, aspetto questo che la rende unica verso le altre soluzioni di mercato. 

Un secondo stand è la myDonor Longue, punto di ritrovo per tutti, dove possiamo tranquillamente parlare, prenderci un caffè (nespresso!), acqua, caramelle ed un gadget. Abbiamo anche un PC ed un proiettore per approfondire le nostre soluzioni, sia CRM (myDonor NX o theRaiser) che Digital (siti web, landing page e web app). 

Come lo scorso anno qui è presente uno schermo touch digital signage da 67" dedicato alla presentazione dello sviluppo dei siti web ed alla produzione delle Landing Page UX che ormai hanno superato il traguardo delle 90 unità. 

In aggiunta ben due workshop formativi, il primo sulla Blockchain per il non profit ed il secondo sulla landing page per il digital fundraising.

 

I WORKSHOP FORMATIVI

Utilizzare la Blockchain nel non profit per certificare i processi che coinvolgono le donazioni. 

Una svolta copernicana per l’accountability dell’organizzazione

La tecnologia blockchain si è evoluta dai bitcoin a un orizzonte di utilizzo sempre più ampio in svariati settori. La Blockchain è ormai oltre la gestione di transazioni in criptovaluta, potendo integrare nel processo azioni e documenti in modo tale che siano certificati e immodificabili. L’applicazione della blockchain nel mondo del Non Profit, in particolare nella gestione dell’intero processo donativo, si candida a essere una rivoluzione per l’accountability delle Organizzazioni stesse. La necessità di dare trasparenza ai propri sostenitori trova la sua piena risposta nell’utilizzo della Blockchain; i donatori e gli stakeholders possono infatti avere attraverso un'app la visione di tutto il processo donativo. Percorreremo insieme questo processo con lo sguardo del donatore: dall’erogazione della donazione alla destinazione reale a un progetto specifico. Siamo pronti per affrontare insieme la grande sfida della trasparenza? Vai a questo link per approfondire l'argomento

Mercoledì 15 ore 15.30 – 17.00 – Sala Lacisium Relatore Marco Cecchini

La Landing Page per la raccolta delle donazioni

 come costruirla, cosa fare e cosa non fare per ottenere un’alta conversione di donazioni

Ormai è un workshop  fisso il nostro sul tema "La Landing Page, uno strumento vincente per la raccolta fondi on-line". Anche se questo è il terzo intervento i contenuti sono sempre più ricchi di informazioni, nuove soluzioni e nuovi casi di studio. Partiamo da un’analisi di dati di sintesi davvero consistenti, oltre 90 installazioni attive su Organizzazioni non profit in Italia e Spagna, con decine di migliaia di donazioni ricevute e processate. Vediamo perché è importante orientarsi sul “Sostienici” (donazione ricorrente) e non più sul “Dona” (donazione singola). Condividiamo i numeri e la conoscenza comportamentale: tasso di conversione, importo medio di donazioni, peso delle ricorrenti, percentuale di utilizzo degli smartphone verso i desktop. I risultati  di successo ottenuti sono necessariamente correlati con le miglior pratiche di progettazione applicate. Analizziamo quindi prima di tutto le componenti presenti nella progettazione della Landing Page. Dalle teorie del neuro marketing cognitivo, alla user experience, alla comunicazione olistica. Riepiloghiamo quali errori non fare e quali accorgimenti adottare per raccogliere fondi on-line e vediamo esempi di Landing Page UX realizzate e varie tipologie di utilizzo (donazione, 5×1000, in memoria,campagna, sostegno a distanza). Vai a questo link per approfondire l'argomento

Giovedì 16 – ore 8,30 – 10.00 – Sala Benacus Relatore Marco Cecchini

Come la blockchain può rivoluzionare l’accountability delle Organizzazioni non profit.

La blockchain, la “catena dei blocchi” è un registro contabile distribuito che tiene memoria di tutte le transazioni eseguite (e dunque certificate), senza bisogno della gestione di un ente centrale, governato da leggi matematiche e protetto da algoritmi di crittografia, certificato e condiviso dagli utenti e non modificabile.

INP, la sturtup innovativa controllata dal gruppo myDonor®, sta lavorando per far si che le sue piattaforme digitali di raccolta fondi online, già interconnesse con le sue soluzioni CRM,  integrino una soluzione blockchain.

Questo consentirà a chi vuole adottare un processo virtuoso di accountability per la prima volta veramente tracciabile, di garantire il Donatore sulla effettiva destinazione al progetto scelto dei propri contributi e sull'uso degli stessi.

Vediamo l'esempio di un Sostenitore che vuole donare 100 euro all’Organizzazione Non Profit ABC Onlus. Il suo obiettivo è quello di contribuire al progetto Target per sostenere l'alfabetizzazione in un villaggio in Africa. Progetto che ha visto sul sito di questa ONP e che ritiene meritevole.

La catena del dono secondo la visione di myDonor®

1. On line con carta di credito (ma potrebbe essere anche con un bonifico bancario o attraverso un bollettino postale) fa questa donazione.

2. Il Fundraiser dell’Organizzazione ABC Onlus una volta ricevuta la donazione manda al Donator un documento di ringraziamento attestando di aver ricevuto questa donazione di 100 euro.

3. L’Amministrazione a fronte della donazione esegue poi nella Contabilità Generale (Co.Ge.) dell’Organizzazione una registrazione contabile del provento al netto delle spese d’incasso . Supponiamo che queste siano di 1,5 euro, la donazione quindi è diventata di 98,50 euro.

4. Nel frattempo il l'Uffico Progetti (Desk) dell’ONP ABC avrà precedentemente aperto in Contabilità Analitica (Co.An.) un centro di competenza (Oneri e Proventi) su questo progetto target. La donazione di 98,50 euro andrà ad arricchire i proventi del progetto così come contemporaneamente vi avrà registrato gli oneri (costi vari) che costituiranno poi la rendicontazione delle spese sostenute. Verranno ovviamente registrati qui anche pro quota i costi di gestione sostenuti per quel progettoe quindi anch'essi certificati sulla Blockchain.

5. Un ente interno od esterno all’Organizzazione avrà fatto uno studio per valutare l’impatto sociale (V.I.S.) di questo intervento progettuale Target. Da questo studio si vedrà per esempio che il moltiplicatore d’impatto è di 1,5. I 98,50 euro iniziali sono quindi diventati 147,75.

6. Il Responsabile del progetto Target ( o un ente istituzionale locale) certifica di aver ricevuto 100,00 euro di finanziamento per il progetto Target e tra questi ci saranno anche visibili per il donatore, i suoi 98,50 euro.

Il Donatore ha la visibilità di tutto il percorso fatto dalla sua donazione e quindi l’incontrovertibile certezza del raggiungimento del progetto Target, e soprattutto dell’effetto d’impatto sociale prodotto.

Gli Stakeholders, opportunamente identificati, possono avere via app su smartphone o tablet la possibilità di navigare il processo ed i relativi documenti archiviati nel Data Base sulla base di “fiducia” garantita dalla certificazione della Block Chain.

Questa è vera accountability, questa è la vera futura certificazione (non più basata solo su di un bollino di qualità) che le Organizzazioni non profit virtuose potranno esibire per attrarre sostenitori alla propria causa.

Un sogno? Speriamo di no, noi in myDonor® da sempre sensibili a questo argomento stiamo lavorando per dare concretezza e fattibilità a questo sogno.

Marco Cecchini
CEO

Per chi sarà presente al Festival del Fundraising ricordo la mia sessione workshop sul tema mercoledì 15 alle ore 15.30 subito dopo la plenaria d'apertura.

E’ online la piattaforma di crowdfunding Fondazione Francesca Rava

La Fondazione Francesca Rava aiuta l’infanzia in condizioni di disagio in Italia e nel mondo, tramite adozioni a distanza, progetti, attività di sensibilizzazione sui diritti dei bambini, volontariato.

In Haiti ha realizzato e sostiene l’ospedale Saint Damien, unico pediatrico dell’isola, che assiste 80.0000 bambini l’anno, centro di riferimento per tutta l’isola, anche per la formazione professionale.

In Italia aiuta i bambini che vivono in povertà sanitaria con la raccolta “In farmacia per i bambini”; sostiene su tutto il territorio nazionale case famiglia e comunità mamma-bambino con progetti sanitari ed educativi; lotta contro l’abbandono neonatale con il progetto ”ninna ho”; ha ricostruito 8 scuole per i bambini colpiti dal terremoto in Centro Italia nel 2016.


Con la myCrowd White Label P2P di myDonor® la Fondazione Francesca Rava ha potuto costruire una autonoma piattaforma di Crowdfunding brandizzata per coinvolgere i propri sostenitori nel creare iniziative di racolta fondi, finalizzate a supportare una serie di progetti definiti dalla Fondazione stessa.

Come sempre accade nei prodotti Digital di myDonor® tutte le informazioni sulle inizaitive, partecipanti, ambasciatori e donatori coinvolti confluiscono, automaticamente e opportunamente categorizzate, nel webConnector del CRM myDonor®.